consigli facebook ads

Come sai, Facebook offre la piattaforma più completa e complessa di Social Media Advertising mai esistita; sono tantissimi i dati che ogni giorno raccoglie su ognuno di noi e questo si traduce in una ovvia complessità di profilazione, senza contare che i vari obiettivi, formati e metodi di pagamento.

Ecco alcuni consigli per migliorare la performance delle tue Facebook Ads e trarne il meglio!

 

1. Regola principale: testare sempre tutto e lasciar perdere “i valori medi”

Come spesso ripete il nostro collega e amico Nicola Melillo nel Web Marketing in generale e nel Facebook Adv in particolare “i dati medi” stanno a zero, contano solo i risultati dei tuoi test, le tue effettive esperienze sul campo.

No, non c’è un CTR, un CPA, un CPL buono per tutti, ognuno di questi valori è differente per settore, se non addirittura per periodo e per azienda poiché ogni brand ha le sue peculiarità.

Questo significa che devi sempre testare, valutare i tuoi risultati in base ai tuoi obiettivi di business, evitando di affidarti a valori medi frutto di esperienze, settori e realtà completamente diversi dalla tua.

Un esempio? In molti (e lo stesso Facebook) sostengono che il CPMO sia il metodo di pagamento migliore quando si vogliano ottenere conversioni mirate per azione; con questo test orientato alla lead generation per un nostro cliente abbiamo dimostrato che il CPC si dimostra il metodo migliore… per noi, in questo specifico caso!

test CPC e CPMO

 2. Differenzia le ads rivolte alla tua fan base

Una cosa che vediamo fare abbastanza spesso è quella di creare inserzioni identiche per tutta la fan base, indipendentemente da quale sia l’obiettivo e, soprattutto, indipendentemente da quelli che siano gli interessi e le caratteristiche socio-demografiche dei fan.

In realtà, nessun fan è uguale all’altro e se non è possibile raggiungerlo uno per uno con una inserzione iper-personalizzata, è quantomeno possibile dividere i fan in segmenti simili per interessi, fascia di età, aree di residenza etc in base al messaggio che vogliamo dare, permettendoci così di ridurre sensibilmente la spesa ed aumentare la possibilità di conversione (sia essa un ads mirata al coinvolgimento, alla partecipazione all’evento, all’acquisto, etc).

Ti spiego meglio: supponiamo che tu gestisca la Pagina di un’agenzia viaggi e abbia circa 20k fan.

Per le inserzioni mirate al coinvolgimento, potresti indirizzare quelle riguardanti vacanze avventurose in montagna per i fan appassionati di montagna e di vacanze di quel tipo (es. fan anche di “Vacanze avventure nel mondo” e similia), quelle relative alle vacanze in famiglia con bambini a fan di una determinata fascia d’età, sposati, fidanzati o comunque con bambini.

In questo modo potresti non solo ridurre il costo per azione offrendo un messaggio rilevante per chi lo vede e quindi dandogli l’impressione di sapere esattamente cosa offrirgli, ma anche aumentare la possibilità di conversione, specialmente in caso di inserzioni che mirano proprio a quello (es. offerte e last minute specifici).

3. Dai al Relevance Score l’importanza che merita

Il Relevance Score, da poco visibile nel pannello gestione inserzioni per ogni inserzione,  è una metrica utilizzata da Facebook per determinare la rilevanza di un’ad specifica ed è basata sui feedback negativi (es. nascondi, segnala…) e positivi (like, commento, condivisione, conversione…) che si presuppone l’inserzione riceva in futuro in base a come sta performando al momento.

Mostrato dopo circa 500 impression, il Relevance Score è calcolato su una scala da 1 a 10, dove 10 è il massimo della rilevanza possibile; in soldoni, più l’ad è rilevante per il pubblico che la visualizza, minore sarà il costo “di consegna” (Facebook mira a raggiungere “la persona giusta con il messaggio giusto, no?”).

Se questo punteggio può dare una mano nel capire l’effettiva pertinenza del messaggio con il pubblico di riferimento, non può e non deve rappresentare l’indicatore di performance primario della nostra operazione di promozione, proprio perché ciò che in realtà ci interessa di ogni campagna, quindi batteria di inserzioni e quindi inserzioni è quanto, come e a che costo ci permette di raggiungere i nostri obiettivi di business.

Se ho attive 2 inserzioni test a obiettivo lead generation ad esempio, una ha un Relevance Score più alto e anche un costo di acquisizione più alto mentre la seconda ha un Relevance Score più basso della prima, ma un costo di acquisizione più basso, sicuramente privilegerò la seconda.

Quello che conta è raggiungere i miei obiettivi di business con il miglior ritorno sull’investimento, indipendentemente dalla metrica della rilevanza!

In conclusione

Le Facebook Ads sono uno strumento unico e potente per il nostro brand, capaci di farci raggiungere in modo sempre più preciso i nostri pubblici; testando, profilando al meglio e utilizzando indicatori di performance seri possiamo davvero valorizzarlo al meglio!

 

[wysija_form id=”3″]